Dal design alla logistica

Il modello di business verticalmente integrato e la diversificazione geografica della produzione hanno permesso a Luxottica di migliorare costantemente efficienza, velocità di sviluppo prodotto, progettazione, produzione e distribuzione, mantenendo al contempo elevati standard qualitativi.

DESIGN

L’importanza attribuita al design e al continuo sviluppo di nuovi modelli è alla base del successo del Gruppo. Nel 2015 Luxottica ha aggiunto circa 2.000 nuovi modelli alle collezioni di occhiali. Ogni modello è solitamente proposto in due calibri e cinque colori.

Il design rappresenta il punto d’incontro tra visione, tecnologia e creatività. Ogni montatura esprime le due anime di Luxottica: da un lato il design innovativo combinato con nuovi materiali, tecnologie e processi, dall’altro il valore unico dell’artigianalità.

L’idea nasce dalla creatività dei designer di Luxottica, il cui ambiente di lavoro, vivace e stimolante, favorisce innovazione e originalità secondo un processo creativo che interpreta l’occhiale come una vera e propria opera d’arte da esibire. Animati da questa visione, i designer raccolgono spunti dagli stili più attuali e lavorano a stretto contatto con gli uffici marketing e commerciale, che monitorano la domanda per i modelli attualmente sul mercato e le tendenze moda.

SVILUPPO PRODOTTO

Lo sviluppo prodotto è la seconda, importante fase nel processo che porta alla nascita di un occhiale.

Cruciale in questo percorso è il ruolo della funzione Ricerca e Sviluppo: gli ingegneri sono costantemente alla ricerca di nuovi materiali, idee e innovazioni tecnologiche da applicare ai prodotti e ai processi con l’obiettivo di differenziare i nuovi modelli.

Durante i passaggi iniziali dello sviluppo prodotto, i prototipisti creano artigianalmente, a partire dai disegni, pezzi unici con minuziosa precisione. I prototipi vengono poi consegnati all’Ingegneria che pianifica ed esegue tutte le fasi necessarie per arrivare alla produzione.

La prima di queste fasi consiste nella progettazione dell’occhiale e delle attrezzature tramite l’utilizzo di software 3D. Sulla base del progetto, l’attrezzeria provvede quindi alla fabbricazione degli strumenti indispensabili per creare i componenti del nuovo modello, mentre i primi occhiali, una volta assemblati, sono sottoposti a tutti i test di qualificazione previsti dalle procedure interne di validazione.

Ottenuta la certificazione di qualità si producono i campionari di vendita che vengono sottoposti a un’ulteriore sequenza di test per verificare la qualità di quanto industrializzato. Individuato infine lo stabilimento produttivo a cui assegnare lo specifico modello, si procede con la produzione in serie.

Attraverso un calendario di lancio costruito sulla domanda dei consumatori e nei vari mercati, il Gruppo ha ridotto notevolmente negli anni i tempi di ingegnerizzazione e di sviluppo del prodotto finale.

PRODUZIONE

Nel 2015 negli impianti produttivi di Luxottica situati in Italia, Cina, India, Stati Uniti e Brasile, sono state prodotte circa 93 milioni di montature da vista e occhiali da sole. Le attività di ricerca e sviluppo e l’innovazione continua hanno permesso al Gruppo di consolidare i processi produttivi, incrementando produttività e qualità in ogni singolo stabilimento così come il grado di automazione, essenziale per migliorare l’efficienza della produzione.

IL SISTEMA PRODUTTIVO

Sei impianti produttivi sono in Italia e rappresentano il fulcro della produzione delle collezioni di lusso di Luxottica, abbinando la tradizione artigianale alla velocità e all’efficienza dell’automazione. Cinque impianti si trovano nel Nordest del Paese, dov’è concentrata gran parte dell’industria ottica italiana, e uno in provincia di Torino; insieme costituiscono il 41% della produzione globale.

I tre impianti in Cina e un piccolo sito produttivo in India rappresentano il 45% della produzione totale. Dal 1997 al 2001 Luxottica ha gestito lo stabilimento di Dongguan, nella provincia cinese del Guangdong, in joint venture al 50% con un partner giapponese. Nel 2001 Luxottica ha acquisito il controllo totale della società cinese, nel 2006 ha aumentato la capacità produttiva locale con la costruzione di un nuovo impianto e nel 2010 ha iniziato la produzione di lenti da sole in plastica, assemblate con le montature fabbricate nell’impianto stesso. Più di recente, è stato inaugurato uno stabilimento principalmente dedicato alla produzione di dettagli per montature e di decorazioni.

Lo stabilimento di Foothill Ranch, in California, fabbrica occhiali da sole sportivi, montature da vista e lenti per Oakley. La produzione di abbigliamento, calzature e maschere a marchio Oakley è invece affidata a produttori esterni.

La fabbrica di Campinas in Brasile, rilevata nel 2012, produce montature in plastica e in metallo per il mercato locale. Pochi mesi dopo l’acquisizione dell’impianto Luxottica ha lanciato la prima collezione Vogue Eyewear progettata, prodotta e distribuita in Brasile, e successivamente anche collezioni locali a marchio Ray-Ban, Arnette, Oakley e Armani Exchange. Nel 2015 circa il 50% degli occhiali da sole e da vista venduti da Luxottica in Brasile è stato prodotto nello stabilimento di Campinas.

INNOVAZIONE E DIVERSIFICAZIONE NEI MATERIALI

Nel corso degli anni Luxottica ha progressivamente diversificato le tecnologie e i materiali utilizzati, da quelli più tradizionali come metallo, plastica iniettata e acetato in lastra, ai più innovativi quali alluminio, legno, pressofusi, tessuti e il LiteForce. Questo cambiamento tecnologico ha permesso di ridurre il peso delle montature in metallo dal 44% della produzione totale nel 2010 a meno del 30% nel 2015.

Il processo produttivo per le montature in metallo e plastica inizia con la fabbricazione di utensili di precisione e stampi sulle specifiche dei prototipi sviluppati dai designer e dall’ufficio tecnico.

Montature in metallo

Il processo produttivo delle montature in metallo è costituito da circa 70 fasi differenti, a partire dalla realizzazione attraverso la stampa dei componenti base come i profili delle montature, le aste e i naselli che sono poi saldati e assemblati sino a formare la montatura. Le montature in metallo sono poi trattate con diversi rivestimenti per migliorarne la resistenza e la finitura e infine preparate per l’inserimento delle lenti e il confezionamento.

Montature in plastica

Le montature in plastica sono prodotte mediante fresatura o stampa a iniezione. Nella fresatura una macchina computerizzata ricava le montature da lastre di plastica colorate; con lo stesso processo si realizzano i profili, le aste e i ponti, che vengono quindi assemblati, rifiniti e infine confezionati. Nella stampa a iniezione le resine di plastica vengono liquefatte e iniettate negli stampi; le parti in plastica sono poi assemblate, rivestite, rifinite e confezionate.

UNA “CULTURA DELLA QUALITÀ” GLOBALE

La soddisfazione dell’ottico e del consumatore è un obiettivo primario e imprescindibile. In Luxottica, raggiungerlo significa migliorare continuamente la qualità in ogni fase del processo produttivo e distributivo. L’aumento della capacità produttiva sia nei mercati sviluppati sia nei paesi emergenti va di pari passo con l’obiettivo di garantire la stessa qualità “made in Luxottica” in tutto il mondo.

Indipendentemente dal luogo di ideazione e produzione, il Gruppo applica un unico sistema trasversale di controllo della qualità che coinvolge ogni fase del processo, dallo sviluppo del prodotto all’acquisto dei materiali, alla distribuzione, all’analisi operativa e al monitoraggio della performance negli stabilimenti.

La qualità finale dei prodotti Luxottica è da sempre molto elevata. La maggior parte delle attrezzature necessarie per creare i componenti di un nuovo modello è specificatamente progettata e adattata al processo produttivo. In questo modo è possibile rispondere più velocemente alla domanda del consumatore e rispettare standard qualitativi molto stringenti. I team di controllo qualità ispezionano con regolarità i semilavorati durante le diverse fasi della produzione per verificare la fattibilità del prototipo, per garantire i medesimi standard su tutti i prodotti e per controllare tenuta, resistenza e proprietà ottiche. È inoltre verificata e certificata la conformità dei processi produttivi dei principali fornitori e dei materiali utilizzati.

I prodotti progettati da Luxottica eguagliano o superano gli standard di settore per sicurezza, performance e durata. Durante il processo di sviluppo i prodotti sono sottoposti a rigorosi collaudi secondo gli standard previsti specificamente per l’occhialeria da ANSI (Z.80.3), ASTM, Standards Australia Limited (AS 1067) e UE (ISO EN 12312 e ISO EN 12870). Questi standard riguardano la sicurezza e le prestazioni dei prodotti e stabiliscono indici di qualità ottica, protezione anti-UV, grado di trasmissione della luce e resistenza agli urti.

Per assicurare gli stessi standard qualitativi in tutto il mondo e il giusto supporto al continuo miglioramento della qualità, Luxottica gestisce quattro laboratori principali in Italia, Cina, Brasile e Stati Uniti. Ogni laboratorio è responsabile della qualità nella regione di riferimento e supporta le attività di progettazione, produzione e gestione del feedback del mercato. Tutti i laboratori eseguono gli stessi test con l’attrezzatura e le procedure sviluppate e approvate dal laboratorio centrale italiano.

Nel 2014 gli stabilimenti di Luxottica in Italia, Cina e Stati Uniti hanno ottenuto la certificazione dell’American Association for Laboratory Accreditation (A2LA) per l’esecuzione dei test ISO 8624 e ISO 12870 sui prodotti. Il programma di accreditamento dell’A2LA prevede il riconoscimento formale delle competenze tecniche e della gestione della qualità.

Ogni anno Luxottica migliora i criteri di performance utilizzati per i test qualitativi introducendo nuovi requisiti. Grazie all’efficacia del controllo qualità, la percentuale dei resi difettosi è rimasta stabile a circa l’1% anche nel 2015.

LOGISTICA

Il sistema distributivo del Gruppo, a servizio di entrambi i business wholesale e retail, è integrato a livello internazionale e si avvale di una piattaforma produttiva centralizzata. La rete che raccorda i centri logistici e di vendita con gli impianti produttivi in Italia, Cina, Stati Uniti e Brasile consente di controllare giornalmente le vendite nel mondo e i livelli delle scorte per soddisfare la domanda dei singoli mercati. Tale sistema logistico, con 18 centri distributivi in tutto il mondo, di cui undici nelle Americhe, cinque nella regione Asia-Pacifico e due in Europa, è tra i più efficienti e avanzati del settore e ha permesso al Gruppo di ottimizzare anno dopo anno il lead time a livello globale.

Tra questi, sono quattro i centri distributivi principali, definiti hub e situati in posizioni strategiche per servire i mercati di riferimento: Sedico (Italia), Atlanta (Stati Uniti), Dongguan (Cina) e Jundiai (Brasile). Tali strutture operano come centri unificati grazie a un sistema altamente automatizzato per la gestione degli ordini: servono gli altri centri distributivi del Gruppo e spediscono direttamente i prodotti ai clienti in alcuni mercati, riducendo al minimo i tempi di consegna e mantenendo basso il livello di scorte.

Il centro distributivo di Sedico, aperto nel 2001, rappresenta un’eccellenza nel settore. Nel 2015 Sedico ha gestito circa 20.000 ordini giornalieri tra occhiali e pezzi di ricambio. Ogni giorno vengono spedite circa 235.000 unità ai clienti in Europa, Medio Oriente, Africa, alcune destinazioni selezionate negli Stati Uniti e agli altri centri distributivi del Gruppo nel resto del mondo. Il centro di Sedico inoltre gestisce servizi personalizzati, quali Ray-Ban Remix, garantendone la spedizione diretta in tutto il mondo.

L’hub di Dongguan, nato nel 2006, gestisce una media di 190.000 unità al giorno. La crescente importanza della regione Asia-Pacifico ha reso questo hub un elemento strategico della rete di distribuzione del Gruppo. Luxottica continua a investire per migliorare i servizi e aumentare la capacità distributiva al fine di ottenere una maggiore efficienza nella regione.

Inaugurata nel 1996 e dislocata in una delle principali aree logistiche degli Stati Uniti, la struttura di Atlanta ha accorpato in sé altri centri basati in Nord America, diventando un unico centro di distribuzione all’avanguardia. L’impianto, che serve entrambe le divisioni Retail e Wholesale di Luxottica nel mercato nordamericano, gestisce fino a 150.000 unità al giorno.

Nel 2013 il Gruppo ha aperto infine un centro distributivo a Jundiai, vicino a San Paolo, per servire il mercato locale.

Nel 2016 sono previsti ulteriori investimenti strategici per realizzare entro l’anno un nuovo centro distributivo in Cina e triplicare le dimensioni dell’attuale centro di Atlanta.

+

LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE

La proprietà intellettuale è uno degli asset più importanti per Luxottica ed è protetta attraverso la registrazione e la protezione dei suoi marchi e brevetti nel mondo.

L’impegno del Gruppo in tal senso è dimostrato dai costanti risultati delle attività di repressione della contraffazione. In un quadro di crescente rilevanza del fenomeno per i marchi e i prodotti delle aziende leader, l’implementazione di un energico programma globale di anti-contraffazione permette a Luxottica al contempo di proteggere il valore della rete di distributori autorizzati e di inviare il messaggio esplicito ai contraffattori che il Gruppo si impegna con tenacia a difendere le sue proprietà intellettuali.

Grazie a un’ampia rete investigativa il Gruppo è in grado, soprattutto in Cina, di identificare in collaborazione con la polizia locale importanti produttori di merce contraffatta e, dove possibile, di intentare azioni legali contro di essi.

Inoltre, il Gruppo è molto attivo nel rafforzare attività di cooperazione con le organizzazioni doganali di tutto il mondo che ogni anno contribuiscono a bloccare, sequestrare e distruggere centinaia di migliaia di occhiali contraffatti.

Luxottica è membro delle maggiori organizzazioni globali anti-contraffazione, tra cui IAAC (International AntiCounterfeiting Coalition), INTA (International Trademark Association) e QBCP (Quality Brands Protection Committee).

Il Gruppo, infine, compie considerevoli sforzi nel monitoraggio del traffico via internet di beni contraffatti e svolge le attività necessarie a rimuovere l’offerta di occhiali contraffatti da alcune delle più note piattaforme di aste online e a chiudere i siti che violano i suoi diritti di proprietà intellettuale attraverso la vendita di prodotti contraffatti o facendo un utilizzo non autorizzato dei suoi marchi.

Torna in alto